al mercato

Andare per i mercati in questo periodo significa soprattutto trovare carciofi, un ortaggio che tutti noi mediterranei amiamo preparare nei modi più svariati.

Ci piacciono  arrosto o alla romana, fritti in pastella, con il riso o la carne e persino la minestra di carciofi è per noi una gran prelibatezza. Quelli con le spine sono i più saporiti e costano di più se sono di prima scelta. Ci fanno compagnia fino in primavera e ben sappiamo che mangiati a fine pasto, bagnati nell’olio e sale, ci fanno digerire anche un pasto impegnativo.

Così nei banchi dei mercati troviamo i carciofi disposti a mazzi o disposti alla rinfusa, nelle cassette se già di secondo taglio, talvolta già puliti e confezionati in comode bustine, pronti per la cottura.

 

Di sapore leggermente amaro e ferroso hanno un qualcosa che trova tutti concordi: si adattano bene al nostro organismo, attratto forse inconsciamente dal loro valore nutritivo, ma di averli sul piatto si compiace soprattutto il fegato che riesce con il loro aiuto a faticare meno.