Cucinare con il cuore

Gabriella Narciso ha sempre lavorato e tanto. Lo ha fatto fin da ragazza, nella sua Sardegna, quando ha varcato la soglia della pasticceria “Piemontese” per poi aprire un laboratorio di dolci “Chez Moi” con il suo ex marito. Al ristorante “Il Corsaro” , uno dei più noti del capoluogo isolano ha poi appreso l’arte della buona cucina. Tanto lavoro, anche quando ha deciso di aprirsi una gastronomia tutta sua.

Anni di lavoro duro, mattina e sera, prima la spesa, poi le preparazioni, la vendita al banco, i catering, fino a quando un giorno, alla soglia dei suoi 47 anni ha deciso di dire basta.

Quel giorno Gabriella Narciso ha capito che esisteva anche l’amore per se stessa. Si è ritirata qualche mese in solitudine, ha iniziato un cammino spirituale e interiore ed ha cambiato vita.

Sono seguiti studi di naturopatia e poi da qui l’idea di aprire una scuola di cucina diversa “Il giardino dei piaceri” dove insegnare ad utilizzare gli ingredienti della natura secondo il loro valore nutritivo e terapeutico.

La sua voglia di farcela l’ha portata ad ottenere anche una sede prestigiosa “il ghetto degli ebrei”,  dentro le mura della vecchia Cagliari. Un luogo che regala  emozionanti scorci della città. Li Gabriella  ha allestito con successo la scuola, poi ha deciso di cambiare ancora ed oggi si offre come consulente a chi vuole aprire una nuova attività di ristorazione.

Gli ingredienti  sono: amore per il suo lavoro, desiderio di condivisione e molta allegria.